Differenze tra le versioni di "Miguel de Cervantes"

(→‎Seconda parte: aggiunte)
*{{NDR|Sancho}} [...] ognuno è figlio delle sue [[azione|azioni]]; e, perché uomo, posso ben {{Sic|doventar}} papa. (XLVII; 2007)
*{{NDR|Don Chisciotte}} [...] la [[virtù]] più è perseguitata dai cattivi che amata dai buoni. (XLVII; 2007)
*{{NDR|Don Chisciotte}} [...] non essendo possibile che l'arco stia sempre teso né che la debole natura umana possa sostenersi senz'alcun lecito spasso. (XLVIII; 2007)
*{{NDR|Don Chisciotte}} [...] al [[Povertà|povero]] è impossibile dimostrare con alcuno la virtù della generosità per quanto la possegga in sommo grado; e la [[generosità]] che consiste soltanto nel desiderio è cosa morta, come è morta la fede senza le opere. (L; 2007)