Differenze tra le versioni di "Paradiso e inferno"

+1
(+1)
 
*Chiunque ha tentato di creare uno Stato perfetto, un paradiso in terra, ha in realtà realizzato un inferno. ([[Karl Popper]])
*Comunque, dovessi scegliere, sceglierei la religione che ha meno inferno delle altre. O quella per la quale l'inferno è facoltativo e il paradiso obbligatorio. ([[Marcello Marchesi]])
*D'altra parte lo sapevamo fin da [[Dante Alighieri|Dante]] che l'inferno ha una tendenza urbanistica. L'abbiamo sempre saputo, c'è una mappa dell'inferno, si può fare, ci sono delle strade, c'è una toponomastica, senza dubbio ci sono dei vigili.<br />Voi direte che anche il paradiso potrebbe avere qualche qualità visionaria di questo tipo ma non è mica vero, nella nostra cultura noi non riusciamo a pensare al paradiso, per il momento, se non come una variante particolarmente luminosa del nulla. ([[Giorgio Manganelli]])
*Dove non si crede né all'inferno né al paradiso, il diavolo intasca tutte le entrate. ([[Proverbi italiani|proverbio italiano]])