Differenze tra le versioni di "Miguel de Cervantes"

→‎Citazioni: -1. Rientra nei proverbi latini: Ad impossibilia nemo tenetur
(→‎Citazioni: -1. Rientra nei proverbi latini: Ad impossibilia nemo tenetur)
*{{NDR|Sancho}} [...] benedetto chi inventò il [[sonno]], copertoio di tutti gli umani pensieri, vivanda che leva la fame, bevanda che scaccia la sete, fuoco che riscalda il freddo, freddo che tempera l'ardenza, e, insomma, moneta universale con la quale si compra tutto, bilancia e peso che fa uguale il pastore al re e il sempliciotto all'avveduto. Una cosa solamente ha di male il sonno, a quanto ho sentito dire, ed è che somiglia alla morte, poiché da un addormentato a un morto c'è molto poca differenza. (LXVIII; 2007)
*{{NDR|Sancho}} [...] il [[sogno]] è sollievo delle infelicità per coloro che, quando son desti, le provano. (LXX; 2007)
*{{NDR|Don Chisciotte}} [...] nessuno può essere obbligato all'impossibile. (LXX; 2007)
*— E mi dica vossignoria, signor Àlvaro, somiglio io in qualche cosa a cotesto tale don Chisciotte che dice? (LXXII; 2007)
*[...] le cose umane non sono eterne, ma vanno sempre declinando dai loro inizi sino ad arrivare all'ultima fine, specialmente le vite degli uomini [...]. (LXXIV; 2007)