Differenze tra le versioni di "Noe Zhordania"

 
==Citazioni di Noe Zhordania==
*La [[Georgia]] è abituata alla lotta per l'esistenza. Essa ha lottato dei secoli per la conservazione del proprio aspetto spirituale, dell'organismo nazionale e del territorio. Ma essa ha lottato sempre solamente per la propria esistenza senza attentare all'esistenza altrui.<br>Contemporaneamente ha lottato non solo per i georgiani, ma anche per quei popoli che vissero nei suoi confini.<br>E fuori dei suoi confini la Georgia ha lottato sempre per la difesa altrui. (Dal discorso al parlamento della Repubblica georgiana nel giorno della proclamazione dell'indipendenza il 26 maggio 1918)<ref>Citato in [[Vladimir Saveljevič Vojtinskij]], ''[https://archive.org/details/lageorgiaunaver00schrgoog/page/n9 Una vera democrazia - La Georgia]'', traduzione di L. Schreider, «La voce», soc. an. editrice, Roma, 1920, p. 59</ref>
*Io non entrerò nel governo poiché il mio lavoro è più necessario nel partito e nelle organizzazioni rivoluzionarie; ma per quando potrò, mi propongo di aiutare i compagni che noi invieremo al governo, senza però entrare nel Ministero.<ref>Citato in [[Vladimir Saveljevič Vojtinskij]], ''[https://archive.org/details/lageorgiaunaver00schrgoog/page/n9 Una vera democrazia - La Georgia]'', traduzione di L. Schreider, «La voce», soc. an. editrice, Roma, 1920, p. 127</ref>
*{{NDR|Sulla [[guerra georgiano-armena]]}} È avvenuto quel che non doveva avvenire. Mentre si estingue la guerra mondiale, mentre le principali potenze imperialistiche ripongono le spade e si preparano a una pace universale, proprio ora il Governo dell'Armenia aggredisce di sorpresa la Repubblica della Georgia.<ref name=guerrageorgianoarmena>Citato in [[Vladimir Saveljevič Vojtinskij]], ''[https://archive.org/details/lageorgiaunaver00schrgoog/page/n9 Una vera democrazia - La Georgia]'', traduzione di L. Schreider, «La voce», soc. an. editrice, Roma, 1920, pp. 300-302</ref>
15 200

contributi