Differenze tra le versioni di "Michail Gorbačëv"

:''A loss for the whole world. In our hearts, he will forever remain a man who dedicated his whole life to peace.''<ref>{{en}} Citato in ''[http://www.nytimes.com/2007/10/13/nyregion/13chinmoy.html Sri Chinmoy, Athletic Spiritual Leader, Dies at 76]'', ''Nytimes.com'', 13 ottobre 2007.</ref>
*{{NDR|Sulla [[guerra in Iraq]]}} Washington deve capire alcune cose, assolutamente. In primo luogo di avere fatto un grande errore, di avere cominciato una guerra senza senso e senza prospettive. Le armi di distruzione di massa non c'erano. È vero che Saddam Hussein è stato abbattutto. Ma non è meno vero che la situazione è peggiorata. Il terrorismo non solo non è stato debellato ma è cresciuto e si è moltiplicato. E, del resto, molti misero in guardia -inascoltati - che non si combatte comunque il terrorismo con guerre contro paesi sovrani. Il terrorismo non ha territorio. È stupido bombardare un territorio perché il terrorismo è in casa nostra. Finirà che ci dovremo bombardare da soli.<ref>Dall'intervista di Giulietto Chiesa, in ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,67/articleid,0194_01_2004_0152_0067_1353820/ Gorbaciov: una data esplicita per il ritiro]'', ''La Stampa'', 3 giugno 2004</ref>
 
{{Int|Da ''[https://archivio.unita.news/assets/main/1987/05/20/page_013.pdf La gente chiede: «Non fermate la perestrojka»]''|Intervista di Gerardo Chiaromonte, Renzo Foa e Giuliette Chiesa, ''L'Unità'', 20 maggio 1987}}
*Vi dico subito che mi piace molto il popolo italiano: sprizza vita ed energia.
*Ho sempre ritenuto una mia «debolezza» il fatto di interessarmi di molte cose in campi diversi. Non saprei neppure dire quali materie mi interessavano particolarmente a scuola, quali discipline mi piacevano di più e quali di meno. Ad esempio, mi iscrissi alla facoltà di giurisprudenza ma, inizialmente, volevo iscrivermi a quella di fisica. Mi piaceva molto la matematica ma anche la storia e la letteratura. Ricordo ancora a memoria le poesie imparate a scuola. Si può, forse, essere d'accordo sul fatto che nella vita realizzano molto coloro che si concentrano in qualche campo specifico. Però mi sono più simpatiche le persone che hanno un vasto spettro di interessi.
*Qui le citazioni non servono. Se non ci impadroniamo del metodo creativo di Lenin non potremo fare una analisi dell'attualità ed elaborare decisioni giuste.
*Il fatto è che il socialismo non può assicurare condizioni di vita e consumi uguali per tutti. Ciò avverrà nel [[comunismo]].
*Si sente dire ogni tanto che l'Unione Sovietica accetterà soltanto quel regolamento politico del problema afghano che manterrà l'Afghanistan nella propria «sfera d'influenza». È un giudizio profondamente errato, l'Unione Sovietica non ha, in generale, sfere di influenza e non tende a crearle. Per quanto riguarda l'Afghanistan, noi appoggiamo in pieno le posizioni del movimento dei non allineati affinché questo paese rimanga indipendente, sovrano, non allineato. Qualora l'Afghanistan decidesse di diventare anche uno Stato neutrale, sarebbe pur sempre una decisione che spetta al popolo afghano.
*Non abbiamo ragioni per assumere nei confronti di Israele un atteggiamento diverso da quello verso qualsiasi altro paese, tranne che per un punto la politica aggressiva di Israele nei riguardi degli arabi.
*Senza democrazia non c'è iniziativa, senza democrazia non c'è partecipazione diretta alla gestione della produzione, senza democrazia non c'è giustizia sociale, senza democrazia non c'è compartecipazione di ognuno ai problemi dell intera società.
*La stessa Rivoluzione d'Ottobre ha aperto uno spazio nuovo all'affermazione dei diritti e della libertà della persona dell uguaglianza e della giustizia.
 
{{Int|Da ''L'inizio di un'era di pace''|Discorso pronunciato a New York il 7 dicembre 1988 all'Assemblea generale dell'Onu, riportato in ''Pensare il mondo nuovo'', ''L'Unità'', 2 giugno 1989}}
15 047

contributi