Deterrenza: differenze tra le versioni

970 byte aggiunti ,  2 anni fa
nessun oggetto della modifica
(da Alberto Ronchey)
Nessun oggetto della modifica
*In pratica, il concetto della deterrenza si basa sull'uso di armi nucleari per controllare le armi nucleari stesse. Se uno schieramento lanciasse delle armi nucleari, l'altro lancerebbe le sue come rappresaglia. Il che rende il lancio un attacco suicida. Alla fine nessuno dei due schieramenti può usare le sue armi nucleari. [...] Ma la teoria del deterrente nucleare esiste solo sulla carta. (''[[Metal Gear Solid: Peace Walker]]'')
*La deterrenza è l'arte di creare nell'animo dell'eventuale nemico il terrore di attaccare. (''[[Il dottor Stranamore, ovvero: come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba|Il dottor Stranamore]]'')
*La corsa agli armamenti proseguita in questi 45 anni rappresenta la conferma che le armi atomiche non hanno svolto e non svolgono alcuna funzione di deterrenza. E peraltro questa «deterrenza» s'è dilatata a tal punto, raggiungendo dimensioni così mostruose, che non c'è oggi un solo carro armato, un solo plotone di fanteria, cui non corrisponda almeno una carica atomica. No, c'è qualcosa che chiaramente non funziona in questa «deterrenza»! ([[Eduard Shevardnadze]])
*La funzione di deterrenza dell'arma atomica ha funzionato in un solo senso: ha conferito alle potenze nuclearei un superpotere nei confronti dei Paesi che non dispongono di armi atomiche. In altre parole, ha incoraggiato le sopraffazioni da parte dei membri del «club atomico», incoraggiando di riflesso gli arbìtri e le violazioni di alcuni Paesi non nucleari, desiderosi di assicurarsi contro il ricatto dell'arma atomica e quindi intenzionati a procurarsela. ([[Eduard Shevardnadze]])
*Un'arma puntata non è per forza un deterrente. (''[[Metal Gear Solid: Peace Walker]]'')
 
25 863

contributi