Differenze tra le versioni di "Unione Sovietica"

→‎Citazioni: Waldemar Gurian
(→‎Citazioni: Waldemar Gurian)
*L'Unione Sovietica è l'unica grande potenza la cui posizione ha rispecchiato la volontà e i desideri del nostro popolo. Perciò l'Unione Sovietica dimostra di essere l'unica grande potenza che ha appoggiato sin dall'inizio il popolo congolese nella sua lotta. Mi preme esprimere al popolo sovietico, e personalmente al primo ministro Kruscev, la massima gratitudine di tutto il popolo congolese per l'opportuno appoggio morale che il vostro paese dona alla giovane repubblica del Congo nella sua lotta contro gli imperialisti e i colonialisti. ([[Patrice Lumumba]])
*L'URSS è il paese in cui siamo cresciuti, in cui vivevamo, in cui la maggior parte di noi era felice. [...] È ciò da cui noi tutti proveniamo. È l'amore verso la Patria, il rispetto per l'esercito, è l'educazione, è la premura per gli anziani, per i bambini. [...] È la sanità gratuita, l'istruzione gratuita – la migliore del mondo. L'America e l'Europa hanno formato i loro metodi di insegnamento partendo dalla nostra esperienza. ([[Aleksandr Zacharčenko]])
*La caratteristica più notevole del regime sovietico, stabilitosi in Russia più di trent'anni fa, è la pretesa di essere strumento di uno sviluppo sociale storicamente necessario e di considerarsi, quindi, come l'acceleratore dell'evoluzione dell'umanità verso il socialismo ed il comunismo. I particolari di tale evoluzione non sono conosciuti ed il suo indirizzo generale è noto soltanto al partito, il partito bolscevico-comunista di Lenin e del suo successore Stalin. ([[Waldemar Gurian]])
*La difficoltà principale del Suo Paese non è costituita dal problema della proprietà, dell'economia e della libertà. Il vostro problema è l'assenza di una vera credenza in Dio, lo stesso problema che ha trascinato o trascinerà l'Occidente in un vicolo cieco, nel nulla. Il vostro problema principale è la lunga lotta contro Dio, contro la Fonte dell'esistenza e della creazione. ([[Ruhollah Khomeyni]])
*La storia della mia pre­dilezione infantile per l'Urss è una leggenda metropolitana. Sempli­c­emente vivevo a Berga­mo, dove tutti votavano per la Dc. A 13-14 anni il concetto teorico del­l'uguaglianza mi affasci­nava, così mi parve giusto schierarmi con gli indiani, anziché con i cowboy, come faceva­no i bambini al cinema parrocchiale. Poi co­minciai a leggere che in Russia non c'erano i partiti, imperava la dittatura del proletaria­to, vigeva la tetraggine. La simpatia per gli indiani svanì. ([[Vittorio Feltri]])
19 009

contributi