Differenze tra le versioni di "Michail Gorbačëv"

*Certo, la striscia di sangue sembra infinita, sia in Cecenia che a Mosca. Ma una soluzione militare non è praticabile. La forza ha dimostrato di non potere imporsi in alcun modo.<ref>Citato in ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,3/articleid,0183_01_2004_0037_0003_1301179/ Gorbaciov: no alle accuse generiche]'', ''La Stampa'', 7 febbraio 2004</ref>
*{{NDR|Su Putin durante la [[seconda guerra cecena]]}} Ciò che lui sta tentando di fare è, più o meno, quello che occorre. Ma non funziona.<ref name=putinfabene>Citato in [http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,8/articleid,0174_01_2003_0292_0008_1211822/ ''Gorbaciov: Putin fa bene in Cecenia ma ha tanti nemici''], ''La Stampa'', 24 ottobre 2003</ref>
*{{NDR|Sull'Italia}} Da voi non esista un problema nazionale quanto, piuttosto, un problema di rapporti tra sud e nord. Si tratta, ovviamente, di una questione che spetta agli italiani affrontare e risolvere. Io posso offrire la mia esperienza come riflessione. Quando, ricordate, ad un certo punto dissero che bisognava liberarsi di tutte le repubbliche e saremmo diventati tutti ricchi. Ecco, sento che nel vostro Nord si dice di volersi liberare della Sicilia e di qualche altra regione meridionale per poi vivere meglio.<ref name=italianiattenti>Citato in [https://archivio.unita.news/assets/main/1993/09/19/page_011.pdf ''«Italiani attenti alle divisioni»''], ''L'Unità'', 19 settembre 1993</ref>
*{{NDR|Su [[Aleksandr Isaevič Solženicyn]]}} È un grande scrittore, non v'è dubbio. Ma mi sembra che non sappia bene come stiano le cose adesso. Ha vissuto troppo tempo fuori dal paese. Veniamo dalla stessa regione, io da una famiglia di contadini poveri, lui da benestanti che parecchie decine di anni fa avevano già la Rolls Royce. Capisco perché va dicendo certe cose.<ref name=italianiattenti/>
*{{NDR|Sulla Sinfonia n. 5}} Ebbi la percezione che la musica di [[Gustav Mahler|Mahler]] in qualche modo rifletteva la nostra situazione: la perestrojka con tutte le sue passioni e le sue battaglie. Ero andato al concerto con l'idea di rilassarmi, ma non mi fu possibile. Quello che provai fu una totale immersione nella musica. Fu una specie di rivelazione.<ref>Citato in [http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,8/articleid,0829_01_1992_0122_0008_11596525/ ''Gorbaciov: il mio crepuscolo''], ''La Stampa'', 6 maggio 1992</ref>
*{{NDR|Su [[Nelson Mandela]]}} Era un uomo straordinario. Un terzo della sua vita si è svolto in condizioni molto difficili. Ha fatto molto per l'umanità, e sarà ricordato non solo dalla gente del suo paese, ma da persone di tutto il mondo. [...] Era uno statista incredibile, intelligente e di talento. Mi ha detto molte volte che la perestroika in Urss ha fatto molto per aiutare il suo paese a sbarazzarsi dell'apartheid.<ref>Citato in [http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2013/12/06/Mandela-omaggio-leader-mondo-Madiba_9735422.html ''Mandela: l'omaggio dei leader del mondo a Madiba''], ''Ansa.it'', 6 dicembre 2013</ref>
14 978

contributi