Differenze tra le versioni di "Herbert Marcuse"

(+citazioni, note)
*La libertà intellettuale equivarrebbe alla restaurazione del pensiero individuale, ora assorbito dalla comunicazione e dall'indottrinamento di massa.<ref>Citato in AA.VV., ''Il libro della sociologia'', traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 187. ISBN 9788858015827</ref>
*La gente, efficacemente manipolata ed organizzata, è libera: ignoranza, impotenza ed eteronomia introiettata costituiscono il prezzo della sua libertà.<ref>Da ''Eros e civiltà'', Prefazione politica, 1966.</ref>
*Io sono consapevole, del tutto consapevole di far parte del sistema e cerco di cavarne il meglio possibile usando la [[libertà]] di cui dispongo per dare il mio contributo ad un miglioramento ed avanzamento dell'attuale situazione.<ref name=Dinacci/>
*Nove decimi di tutti i critici letterari andrebbero impiccati.{{c|Priva di fonte}}
*Pensare è uno sforzo, credere un lusso.{{c|Priva di fonte}}
*Questa [[società]] cambia tutto ciò che tocca in una fonte potenziale di progresso e di sfruttamento, di fatica miserabile e di soddisfazione, di [[libertà]] e d'oppressione. La [[Sesso|sessualità]] non fa eccezione.<ref name=Dinacci/>
*Vivere nella realtà significa per la [[società]] [[Borghesia|borghese]] avere soltanto [[Piacere|piaceri]] limitati e differenti ed ottenere sicurezza in cambio d'infelicità e di continue inibizioni.<ref name=Dinacci/>
27 776

contributi