Differenze tra le versioni di "Iosif Stalin"

→‎Citazioni di Iosif Stalin: wlink kulaki (nuova voce)
(ortografia)
(→‎Citazioni di Iosif Stalin: wlink kulaki (nuova voce))
*[...] ogni leninista sa, se è un vero leninista, che il livellamento nel campo dei bisogni e della vita personale è una stupidità reazionaria piccolo-borghese, degna d'una qualsiasi setta primitiva di asceti, ma non d'una società socialista organizzata marxisticamente, perché non si può esigere che tutti gli uomini abbiano bisogni e gusti eguali, che tutti gli uomini vivano la loro vita personale secondo un solo ed unico modello.<ref>Dal ''Rapporto al XVII Congresso del Partito'', 26-1-1934, in ''Questioni del leninismo'', Edizioni in lingue estere, Mosca, 1946, p. 511.</ref>
*Penso, compagni, che l'[[autocritica]] ci è necessaria come l'aria, come l'acqua. (dal rapporto all'Assemblea dell'attivo dell'organizzazione di Mosca del 13 aprile 1928.</ref>
*Per eliminare i [[kulaki]] come classe non è sufficiente la politica di limitazione e di eliminazione di singoli gruppi di kulaki [...] è necessario spezzare con una lotta aperta la resistenza di questa classe e privarla delle fonti economiche della sua esistenza e del suo sviluppo.<ref>Da ''Questioni di leninismo'', Roma, 1945.</ref>.
*Per distruggere l'inevitabilità delle [[Guerra|guerre]] è necessario distruggere l'[[imperialismo]].<ref>Da ''Problemi economici del socialismo dell'URSS'', pp. 322-323.</ref>
*{{NDR|Riguardo agli albanesi}} Quali sono le origini e la lingua del vostro popolo? Ha esso qualche legame con i Baschi? Non credo che il popolo albanese sia venuto dalla lontana Asia, non è nemmeno di origine turca, poiché gli albanesi sono più antichi dei Turchi. Forse il vostro popolo ha delle origini comuni con gli Etruschi rimasti sulle vostre montagne, poiché una parte di essi si insediarono in Italia dove furono assimilati dai Romani ed altri andarono nella penisola iberica.<ref>Citato in [[Enver Hoxha]], ''Con Stalin. Ricordi'', traduzione conforme alla pubblicazione in albanese della Casa Editrice «8 Nëntori», seconda edizione Tirana 1982, Roma 1984, p. 83.</ref>
27 965

contributi