Differenze tra le versioni di "Montesquieu"

Uniformità.
(+1.)
(Uniformità.)
*Il deterioramento di un governo inizia quasi sempre con il decadimento dei suoi principi.<ref>Citato in AA.VV., ''Il libro della politica'', traduzione di Sonia Sferzi, Gribaudo, 2018, p. 111. ISBN 9788858019429</ref>
*Io sono stato otto giorni a [[Genova]] e mi sono annoiato a morte: è la [[Narbonne]] d'Italia. Non vi è nulla da vedere salvo un bel porto, ma assai pericoloso; case costruite in marmo perché la pietra è troppo cara; e degli ebrei che vanno a Messa...<ref>Da una lettera a Madame de Lambert; citato in Giuseppe Marcenaro, ''Viaggio in Liguria'', Sagep Editrice, Genova, 1983, p. 25</ref>
*L'uomo è nato nella società civile... ed è là che rimane. (citato<ref>Citato in AA.VV., ''Il libro della sociologia'', traduzione di Martina Dominici, Gribaudo, 2018, p. 21. ISBN 9788858015827)</ref>
*La plebe napoletana è come quella dell'antica [[Roma]], formata di liberti che non avevano nulla. Perciò è credulona, superstiziosa, avida di notizie. La plebe di [[Napoli]], dove tanta gente non ha nulla, è ancora più plebe delle altre.<ref>Da ''Viaggio in Italia'', a cura di Giovanni Macchia e Massimo Colesanti, Laterza, Roma-Bari, 1990. ISBN 88-420-3586-6. Citato in Antonino De Francesco, ''La palla al piede: {{small|Una storia del pregiudizio antimeridionale}}'', Feltrinelli, Milano, 2012, [https://books.google.it/books?id=oHNPyu9t9r0C&lpg=PA30&dq=t&pg=PA30#v=onepage&q&f=false p. 30]. ISBN 978-88-58-80855-9</ref>
*Non c'è palazzo di giustizia in cui il chiasso dei litiganti e loro accoliti superi quello dei tribunali di Napoli. Lì si vede la lite calzata e vestita.<ref>Citato in [[Klaus Davi]], ''Porca Italia. {{small|Cosa dicono (e pensano) di noi nel mondo}}'', prefazione di Gian Antonio Stella, Garzanti 2011, [https://books.google.it/books?id=dEwYTBVTHnEC&lpg=PT6&dq=&pg=PT6#v=onepage&q&f=false p. 6]. ISBN 978-88-11-13245-5</ref>