Differenze tra le versioni di "Michail Gorbačëv"

*È l'interferenza americana a ritardare il ritiro delle nostre truppe e a ostacolare la realizzazione della politica di riconciliazione nazionale e quindi la soluzione dell'intero problema afghano. E la consegna degli ''Stinger'' ai gruppi di controrivoluzionari, che usano tali missili per abbattere gli aerei civili, è semplicemente immorale e del tutto ingiustificabile. (p. 236)
*Molti paesi in via di sviluppo aderiscono allo schieramento dei paesi non allineati. Il [[movimento dei paesi non allineati]] sorse allo scopo di unire più di cento paesi che comprendono la maggior parte della popolazione mondiale. Il movimento è divenuto una grande forza, un fattore importante negli affari mondiali. Contribuisce a formare un nuovo tipo di relazioni internazionali, indipendentemente dalle caratteristiche particolari e dalle sfumature del movimento stesso, che rappresenta il desiderio delle nazioni libere da poco di cooperare con altre su una base di eguaglianza e di abolire o ''diktat'' e i tentativi egemonici nelle relazioni internazionali. L'Unione Sovietica comprende le finalità del movimento ed è solidale con esso. (p. 238)
*Com'è possibile che l'India e l'Unione Sovietica, due stati dai sistemi sociali e politici diversi, siano riusciti a sviluppare relazioni di qualità tanto elevata? Perché entrambi basano le loro politiche, non a parole ma con i fatti, sui principii di sovranità, di eguaglianza, di non interferenza negli affari interni degli altri paesi e di cooperazione. Entrambi riconoscono a ogni nazione il diritto di scegliere il proprio sistema politico e il proprio modello di sviluppo sociale. (p. 248)
*Ho detto al presidente Reagan: «Per decenni avete considerato l'America Latina come lo scalino di casa vostra e vi siete comportati di conseguenza. Le nazioni ne hanno avuto abbastanza. Che poi realizzino le loro aspirazioni con mezzi pacifici o con la forza delle armi, è affar loro. Siete stati voi a innescare una "bomba" nell'America Latina con i prestiti che hanno creato un gigantesco debito. Dovreste pensarci bene». (p. 251)
*I legami commerciali, culturali e politici della Russia con altri stati e nazioni europei hanno radici profonde nella storia. Noi siamo europei. La vecchia Russia era unita all'Europa dal cristianesimo, della cui venuta sulla terra dei nostri avi l'anno prossimo si celebrerà il millenario. La storia della Russia è parte integrante della grande storia europea. I russi, gli ucraini, i bielorussi, i moldavi, i lituani, i lettoni, gli estoni, i careli e altri popoli hanno dato tutti un grande contributo allo sviluppo della civiltà europea. Perciò si considerano a buon diritto suoi eredi legittimi. (p. 255)
 
==''La casa comune europea''==
15 012

contributi