Differenze tra le versioni di "Michail Gorbačëv"

*Il sistema più sicuro per liberarci di una piaga sociale come l'[[alcolismo]] consiste nello sviluppare la sfera della ricreazione, dell'efficienza fisica, dello sport e delle attività culturali di massa e nel democratizzare ulteriormente la vita della società nel suo complesso. (p. 131)
*Se non vi fossero stati i [[Soviet]] non avremmo vinto la guerra civile. Se non vi fossero stati i Soviet, non saremmo riusciti a mobilitare milioni di persone, soprattutto operai e contadini, in un territorio tanto vasto. Se non vi fossero stati i Soviet, la Nuova Politica Economica non avrebbe dato alcun esito. Il loro vero potere stava nel fatto che, creati dalle masse, esprimevano e salvaguardavano gli interessi dei lavoratori. La caratteristica fondamentale, il segreto della loro diffusione rapida e a volte spontanea in tutto il paese fu il fatto che prendevano decisioni e le applicavano in proprio, mentre erano al centro dell'attenzione della gente e sotto l'aperto controllo di tutti i diretti interessati. Era un sistema unico ed efficiente che combinava la democrazia diretta con la democrazia rappresentativa. (p. 142)
*L'ampiezza dell'emancipazione femminile viene spesso considerata come un metro per giudicare il livello sociale e politico di una società. Lo stato sovietico pose fine alla discriminazione contro le donne, tipica della Russia zarista, e vi pose fine con decisione e senza compromessi. Le donne acquisirono una posizione sociale di eguaglianza con gli uomini, garantita dalla legge. Siamo orgogliosi di tutto ciò che il governo sovietico ha datto alle donne: il diritto di lavorare esattamente come gli uomini, retribuzione eguale per eguale lavoro, previdenza sociale. Le donne hanno avuto ogni opportunità di ricevere un'istruzione, di avere una carriera e di partecipare alle attività sociali e politiche. Senza il contributo delle donne non avremmo costruito una società nuova e non avremmo vinto la guerra contro il fascismo. (pp. 150-151)
*Noi viviamo in un paese multinazionale, e questo è un fattore di forza anziché di debolezza e di disintegrazione. La Russia zarista veniva chiamata «una prigione di nazioni». La Rivoluzione e il socialismo hanno cancellato l'oppressione e la diseguaglianza nazionali e hanno assicurato il progresso economico, intellettuale e culturale per tutte le nazioni e nazionalità. Le nazioni un tempo arretrate hanno acquisito un'industria avanzata e una struttura sociale moderna. Sono salite al livello della cultura moderna anche se alcune, in precedenza, non avevano neppure un alfabeto. Ogni persona libera da pregiudizi riconoscerà il fatto che il nostro Partito ha svolto un lavoro immane e ha trasformato la situazione. I risultati hanno arricchito la società sovietica e la civiltà mondiale. (pp. 152-153)
*Ogni cultura nazionale è un tesoro che non deve andare perduto. Ma un sano interesse per ciò che vi è di prezioso in ogni cultura nazionale non deve degenerare in tentativi di isolarsi dai processi oggettivi d'interazione e di ''rapprochement''. (p. 154)
 
==''La casa comune europea''==
15 009

contributi