Leonardo Fioravanti (medico): differenze tra le versioni

 
==Citazioni su Leonardo Fioravanti (medico)==
*Leonardo Fioravante, espertissimo empirico, la dava [la pietra lazula] per far vomitare liberando perciò molti dalle quartane. Nelle febri maligne la calcinava e dopo l'estingueva in acqua vita finissima, nella quale dice solversi mirabilmente e dava essa soluzione; liberava anche da molti morbi, riducendo ancora in buonissimo stato, quasi miracolosamente, l'ulcere, benché maligne; cavava anche da essa pietra l'oglio, col quale conciliava il sonno, inducendo riposo. E facendone ungere il capo e il ventricolo toglieva l'infiammazione e il dolore delle podagre. ([[Giuseppe Donzelli]])
 
===[[Piero Camporesi]]===
*A Venezia, «centro d'Italia», aveva infatti intrecciato una serie di relazioni con noti personaggi del ''milieu'' culturale lagunare: da [[Ludovico Dolce]] versatile compositore di tragedie, commedie, rime, al poliedrico e irrequieto [[Girolamo Ruscelli]], «lume e splendore di molte scienze e gran professore delle lettere ebraiche, greche, latine e toscane», che fu, fra mille altre cose, «segretista» di successo nonché esperto di fuochi artificiali e d'artiglieria nei ''Precetti della militia moderna, tanto per mare quanto per terra''; al suo fraterno compare Dionigi Atanagi, revisore dell'''Amadigi'' di [[Bernardo Tasso]], poligrafo occupato in una miriade di attività, correttore anche delle opere di Fioravanti.
16 573

contributi