Differenze tra le versioni di "Oppressione"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
ordine alfabetico
(oppressore redireziona qui)
(ordine alfabetico)
 
*Noi abbiamo costruito questa società non per ledere la [[libertà]] personale, ma perché la persona umana si senta realmente libera. L'abbiamo costruita nell'interesse di una effettiva libertà personale, di una libertà senza virgolette. Per me è difficile immaginare quale può essere la "libertà personale" di un [[Disoccupazione|disoccupato]] che ha fame e non trova lavoro. La libertà effettiva si ha soltanto là dove è abolito lo sfruttamento, dove non c'è oppressione di una persona da parte di un'altra, dove non c'è disoccupazione e accattonaggio, dove l'uomo non trema al pensiero che domani potrà perdere il lavoro, l'abitazione, il pane. Soltanto in tale società è possibile una libertà personale, e qualsiasi altra libertà, effettiva e non fittizia. ([[Stalin]])
*Non c'è oppressione che possa, alla lunga, vincere sul diritto e la giustizia. ([[Tenzin Gyatso]])
*Un'anima meschina, sottrattasi all'oppressione, opprimerà a sua volta. ([[Fëdor Dostoevskij]])
*Se resti neutrale in una situazione di ingiustizia, hai scelto la parte dell'oppressore. ([[Desmond Tutu]])
*Un'anima meschina, sottrattasi all'oppressione, opprimerà a sua volta. ([[Fëdor Dostoevskij]])
 
==[[Proverbi italiani]]==
Utente anonimo