Differenze tra le versioni di "Ultime parole da Twin Peaks"

*Qualcuno mi aiuti! Aiuto! ('''Maddy Ferguson''')
::{{spiegazione|A casa Palmer, con in sottofondo un disco musicale, Sarah, strisciando giù dalle scale, ha una visione di un cavallo bianco e, chiamando disperata il marito Leland, crolla a terra svenuta: presente nella stanza, Leland si aggiusta la cravatta come niente fosse e, guardandosi allo specchio, vede riflesso il volto di BOB, rivelando di essere posseduto dallo spirito. In quel momento Maddy,che ha deciso di tornare nel Montana il giorno seguente, inizia a scendere dalle scale, mentre Leland si infila dei guanti: entrata in soggiorno, Maddy vede Leland/BOB e, completamente terrorizzata, prova a fuggire per le scale, venendo immediatamente catturata, trascinata in soggiorno e picchiata dallo psicopatico. Ballando con un'ormai catatonica Maddy, BOB rivive si eccita mentre il povero Leland rivive la morte di Laura e prova a chiedere perdono alla nipote: preso totalmente il controllo, BOB afferra Maddy e, schernendola, la scaglia violentemente contro il muro, facendole sbattere la testa contro un dipinto e uccidendola definitivamente.}}
 
* Quanta... responsabilità... ('''Philip Gerard/MIKE''')
::{{spiegazione|Dopo la morte di Maddy, Cooper scopre che in una delle pagine del diario di Laura la ragazza descriveva un sogno uguale al suo, in cui diceva all'agente il nome dell'ospite di BOB: conscio di essere vicino alla soluzione del mistero, Cooper si reca nella stanza del Great Northen Hotel in cui si trova Philip Gerard, l'ospite umano di MIKE, per chiedergli un ulteriore aiuto. Nonostante il dottor Haywrd sia convinto che se Gerard non prende le sue medicine morirà, Cooper evita di dargli il farmaco per parlare con MIKE: tremante, lo spirito parla di nuovi dettagli sul suo rapporto con BOB e spiega a Cooper che l'unico indizio può venirgli dal Gigante, lo spirito che ha incontrato in precedenza. Mentre Cooper si reca alla Roadhouse, Gerard/MIKE si accascia sul letto esamine: poiché il personaggio verrà visto per il resto della serie solo nella Stanza Rossa, ovvero in una dimensione in cui si trovano gli spiriti, è fortemente implicito che egli, o quantomeno il suo ospite Gerard, sia deceduto per la mancanza di farmaci.}}
 
*Laura... ('''Leland Palmer''')
::{{spiegazione|Riuniti tutti i principali sospettati della morte di Laura alla Roadhouse, Cooper ricorda il sogno che aveva fatto in cui, mentre il misterioso Nano balla nella stanza rossa, Laura Palmer gli sussurra all'orecchio il nome del suo assassino, ovvero il padre Leland: subito dopo, Cooper rivede al centro della Roadhouse il Gigante che, come promesso, gli restituisce il suo anello ora che ha risolto il mistero. Fingendo di incriminare Ben e chiedendo a Leland di seguirlo alla centrale di polizia, Cooper riesce con l'inganno a chiuderlo in cella: inizialmente infuriato, un divertito BOB confessa di essere l'autore degli omicidi e di aver posseduto per anni il povero Leland. Dopo che gli agenti hanno lasciato la stanza BOB decanta la formula dei demoni della Loggia Nera e, sbattendo ripetutamente la testa di Leland contro la porta della cella, lo abbandona definitivamente: mentre scatta l'allarme antincendio, Albert, Truman e Cooper entrano nella cella e sentono come il moribondo e disperato Leland ricordi tutti gli orrori che è stato costretto a perpetrare per colpa di BOB, compreso l'omicidio della figlia. Presolo tra le proprie braccie, Cooper lo conforta con passaggi del libro dei morti, invitandolo a concentrarsi sulla luce che lo pervade: vedendo in quella luce la figlia Laura che gli sorride, Leland spira in pace sotto gli sguardi commossi di Cooper, Truman e Albert.}}
 
*Ehi, ti conosco per caso? ('''Jean Renault''')
Utente anonimo