Differenze tra le versioni di "Mare"

265 byte aggiunti ,  7 mesi fa
nessun oggetto della modifica
(+1.)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica da mobile avanzata
*''Al rio sottile, di tra vaghe brume, | guarda il [[bue|bove]] coi grandi [[occhio|occhi]]: nel piano | che fugge, a un mare sempre più lontano | migrano l'acque d'un ceruleo fiume.'' ([[Giovanni Pascoli]])
*Alla fine, d'improvviso, vedevi il mare. Non l'aveva mai visto prima, lui. Ne era rimasto fulminato. L'aveva salvato, a voler credere a quello che diceva. Diceva: "È come un urlo gigantesco che grida e grida, e quello che grida è: 'banda di cornuti, la vita è una cosa immensa, lo volete capire o no? Immensa'". ([[Alessandro Baricco]])
*Amava il mare. Le piacevano il pungente odore di salmastro che pervadeva l’aria, la vastità degli orizzonti delimitati solamente dalla cupola del cielo azzurro. La faceva sentire minuscola, il mare, ma la faceva anche sentire libera. ([[George R. R. Martin]])
*C'è una sorta di sollievo nel vuoto del mare. Né passato, né futuro. (''[[L'ultimo samurai]]'')
*''Che ne sai tu del mare | genovese di sto cazzo | sempre appeso alle tue tasche. | Invece il mare è femmina | e non la puoi tradire | con le sue curve azzurre | a sfruculiare le terre... | e non lo puoi capire.'' ([[Fabrizio De André]])
2 311

contributi