Differenze tra le versioni di "Marco Pola"

13 byte aggiunti ,  1 anno fa
→‎Citazioni: Wikilink
(→‎Poesie: Incipit)
(→‎Citazioni: Wikilink)
*''Come il carro che semina fili di fieno | semino la mia [[ombra]] sul terreno, | e non vedo che altissimo e giocondo | lo sfavillio delle costellazioni.'' (Da ''Notturno'', p. 41)
*''Era una stagione pallida | ch'io sognavo nei mattini grigi, | dimenticati, pieni di corvi. | Strana la casa: piangeva, | sopra i nidi vuoti delle rondini, | quando il sole abbagliò il cielo, | quando l'ora s'allungò come i germogli, | e per le vie del mondo | corse il piacere della vita. | Ohè! Ohè! | Tutti a cantare, sotto | la spuma bianca dei meli! || Tu venivi a cavallo, | sopra le nostre teste.'' (''Primavera'', p. 47)
*''Essere un [[ruscello|ruscelletto]] limpido e saltellante | fra le piante e gli sterpi di una calda foresta, | dissetare gli uccelli e la biscia brigante | che sta ritta in agguato dondolando con la testa. || Consolare la pietra che si leviga e si sostiene | contro la cascatella a fiore del pantano, | rinfrescar la radice che viene | sotto la terra dal ceppo lontano. || Quando le foglie degli alberi, nella sera stringente, | si chiudono e s'incorniciano di luna e di umidore, | chiamare il vento a far secca la sorgente, | morir senza una lagrima di dolore.'' (''Infiniti'', pp. 58-59)
 
===[[Explicit]]===
9 999

contributi