Differenze tra le versioni di "Lorenzino de' Medici"

→‎Incipit di alcune opere: Ampliamento sezione opera "Apologia e Lettere"
(→‎Incipit di alcune opere: Ampliamento sezione opera "Apologia e Lettere")
'''Lorenzino di Pierfrancesco de' Medici''', detto anche '''Lorenzaccio''' (1514 – 1548), politico, scrittore e drammaturgo italiano.
 
 
==[[Incipit]] di alcune opere==
===''Apologia e Lettere''===
 
===[[Incipit]]===
S'io avessi a giustificar le mia azioni apresso di coloro che non sanno che cosa sia libertà o tirannide, io mi ingenierei di dimostrare e provare con ragioni (che molte ce ne sono) come gl'uomini non debbono desiderar cosa piú del viver politico, e in libertà per consiquenzia: trovandosi la politia piú rara e manco durabile in ogni altra sorte di governo che nella republica. E dimostrerrei ancora come, essendo la tirannide totalmente contraria al viver politico, che e' debbono parimente odiarla sopra tutte le cose; e come gli è tanto prevaluto altre volte questa opinione che quegli che hanno liberate le lor patrie dalla tirannide sono stati reputati degni de' secondi onori, dopo alli edificatori di quelle.
 
===Citazioni===
*Si troveranno inoltre essere state fatte tante extursioni e prede, essere stati commessi tanti adulterî e usate tante violenzie, non sol nelle cose profane ma nelle sacre ancora, che gli apparirà difficile a giudicare chi sia stato più: o scelerato e impio il tiranno, o paziente e vile el populo fiorentino avendo soportato tanti anni così grave calamità, essendo maxime allora, più certo 'l pericolo nello starsi che nel mettersi con qualche speranza a liberar la patria e a assecurare la vita loro per l'advenire. (p. 39)
 
==[[Incipit]] di alcune opere==
 
===''Aridosio''===
14 975

contributi