Differenze tra le versioni di "Jane Goodall"

*Certamente non siamo gli unici [[animale|animali]] che vivono l'esperienza del dolore e della sofferenza. In altre parole, non c'è una linea netta tra l'animale uomo e il resto del regno animale. È una linea indistinta e lo sarà sempre...<br />La paura in una scimmia, un cane, un maiale, viene vissuta verosimilmente alla stessa maniera della specie umana. Giovani animali, umani o di altre specie, mostrano, difatti, comportamenti simili quando sono ben nutriti e sicuri – sono vivaci, saltellano, fanno piroette, rimbalzano, fanno capriole – tanto che è difficile non credere che non provino sentimenti molto simili. Essi sono, in altre parole, pieni di gioia di vivere – sono felici... un giovane [[scimpanzé]], dopo la morte della sua mamma, mostra un comportamento simile alla depressione che affligge i bambini – postura incurvata, dondolio, occhi offuscati fissi nel vuoto, perdita di interesse per quanto accade attorno a sé. Se un piccolo d'uomo può soffrire di dolore, così può soffrire un giovane scimpanzé...<br />...stare a chiedersi se scimpanzé, elefanti, cani e così via, sperimentino felicità, tristezza, disperazione, rabbia, è uno spreco di tempo – poiché queste cose sono evidenti a chiunque abbia... sperimentato nella sua vita una conoscenza degli animali.<ref>Da ''Premessa'', in [[Marc Bekoff]], ''La vita emozionale degli animali''; citato in Marini, [//books.google.it/books?id=fDaVAwAAQBAJ&pg=PA185 p. 185].</ref>
*Ogni scimpanzé ha una personalità unica e ciascuno/a ha la propria storia individuale.<ref>Da ''Gli scimpanzé: un ponte da gettare'', in ''Il Progetto Grande Scimmia''; citato in Marini, [//books.google.it/books?id=fDaVAwAAQBAJ&pg=PA183 p. 183].</ref>
*Sono determinata a far sì che i miei pronipoti possano andare in Africa e trovare scimmie antropomorfe selvatiche.<ref>Citato in AA.VV., ''Il libro dell'ecologia'', traduzione di Roberto Sorgo, Gribaudo, 2019, p. 125. ISBN 9788858024362</ref>
*Sono molto rari i libri destinati a cambiare il nostro modo di pensare. Questo libro di [[Tom Regan]] è uno di quelli. ''[[Tom Regan#Gabbie vuote|Gabbie vuote]]'' è convincente perché argomenta in modo logico e razionale e perché scritto in uno stile semplice ed elegante allo stesso tempo.<ref>Citato in [[Tom Regan]], ''Gabbie vuote: la sfida dei diritti animali'', traduzione di Massimo Filippi e Alessandra Galbiati, Edizioni Sonda, Casale Monferrato, 2005, quarta di copertina. ISBN 88-7106-425-9</ref>
 
26 615

contributi