Carne: differenze tra le versioni

327 byte aggiunti ,  2 anni fa
Pietro Citati: avversione di Kafka per la carne
(Pietro Citati: avversione di Kafka per la carne)
*Proprio come nulla di ciò che facciamo può provocare direttamente tanta sofferenza negli animali quanto nutrirsi di carne, nessuna delle nostre scelte quotidiane ha più impatto sull'ambiente. ([[Jonathan Safran Foer]])
*Quando le persone mangiano carne, lo vedo un po' come fumare. È una sorta di roulette russa. Potresti non prendere il diabete ma le chance di contrarlo sono una su tre. Potresti non prendere il cancro, ma le chance, se sei un uomo, sono una su due. Per una donna, una su tre. Le chance di prendere peso sono due su tre. ([[Neal Barnard]], ''[[What the Health]]'')
*{{NDR|[[Franz Kafka|Kafka]]}} Quella carne risvegliava alla sua memoria piena d'odio e di disgusto tutta la violenza che gli uomini avevano sparso sulla terra, e le minuscole filamenta tra un dente e l'altro gli sembravano germi di putredine e di fermentazione come quelli di un topo morto fra due pietre. ([[Pietro Citati]])
*Rebekah Harp, un'insegnante di sostegno [...], aveva sempre mangiato carne. Poi, qualche anno fa, le accadde qualcosa di decisivo. Ecco come descrive la sua esperienza: «Mi stavo gustando una bistecca in un bel ristorante e mi misi a guardare la gente che stava cenando con me. [...] Il rumore dei coltelli che affondavano nella carne si intensificava progressivamente e i rivoli di sangue e grasso che si raccoglievano nei piatti mi fecero star male. Un'immagine di mucche terrorizzate in attesa della macellazione mi attraversò la mente – e quello fu l'ultimo pezzo di carne che mangiai. Quelle mucche non erano diverse dai miei cani o dai miei gatti, quindi come potevo giustificare il cibarsi di animali?». ([[Tom Regan]])
*Se il popolo degli Stati Uniti tornasse a mangiare la stessa quantità di carne che mangiava negli anni cinquanta, contribuirebbe a migliorare la propria salute e ad abbattere la spesa sanitaria. Il numero di animali da allevamento sottoposti a sofferenza diminuirebbe inoltre di una percentuale pari a quella a cui si arriverebbe se ottanta milioni di statunitensi diventassero vegani. (''[[Come mangiamo]]'')
35 752

contributi