Differenze tra le versioni di "Reggio Calabria"

Recupero della citazione di Lear.
(Recupero della citazione di Giuseppe Garibaldi.)
(Recupero della citazione di Lear.)
*ln quest'antica, e illustre città posta all'estrema punta d'Italia di rimpetto alla [[Sicilia]] vide sua luce la prima edizione Ebraica nel mese di Adar dell'anno 5235 della creazione del Mondo, vale a dire tra il febbraio, e marzo della era Cristiana anno 1475. Fu dessa il Commentario al Pentateuco di Rabbi Salomone Iarco impresso da un tal Abramo Garton figliuolo di Isacco, del quale niun'altra notizia mi è riuscito raccogliere. E sebbene nell'istesso anno si fosse stampato in ''Pieve di Sacco'' terra nel Padovano il ''Rabbi Jacobi Ben Ascer Arba Turim'', ch'è la più antica delle altre edizioni ebraiche conosciute, pure dessa trovandosi impressa colla data del mese Tamuz per quattro mesi posteriore devesi riputare. ([[Vito Capialbi]])
*Luminosità e mitezza di cielo, spirare leggiadro dei venti, insieme a moderato regime di piogge hanno reso privilegiata questa città ed i suoi "giardini", questa città che, tra l'altro, è tra le più antiche d'Italia ed è la più popolosa ed importante della Calabria. I "giardini" di Reggio sono una piccola regione, una delle regioni minori che formano il mosaico della più grande regione calabrese. ([[Gino Lacquaniti]])
*Mi spostavo velocemente attraverso viottoli interminabili delimitati da fichi d'India e aloe, inoltrandomi in profumati aranceti, incontrando via via, tanti alberi di dolcissimi fichi. Reggio è davvero un immenso giardino e, senza dubbio, un luogo di tali delizie, come credo ne esistano pochi altri sulla terra. ([[Edward Lear]])
*Reggio acroterio d'Italia. ([[Tucidide]])
*Reggio Calabria è un grande giardino, uno dei luoghi più belli che si possano trovare sulla terra. ([[Edward Lear]])