Differenze tra le versioni di "Ultime parole da Oz"

*La testa... La mia testa... ('''Sal DeSanto''')
::{{spiegazione|Dopo la morte della madre, Hill ricade nel giro della droga, comprando dell'eroina da Poeta, ma finisce presto in overdose:mentre viene ricoverato in ospedale, Redding giura vendetta su chiunque gli abbia venduto la droga. Terrorizzato, Poeta decide di mettersi ai ripari e costringe Busmalis a rivelare al suo boss che a vendere la droga è stato un certo Sal DeSanto, scagnozzo di Pancamo. Redding ordina così allo stesso Poeta di commettere l'omicidio, inserendo nel piatto dell'italiano una forte dose di LSD : così a mensa DeSanto viene colpito da tremende emicranie e, col cervello ormai in pappa, cade a terra morto sotto gli sguardi soddisfatti di Redding e Poeta.}}
 
*Cazzo, bastardi! ('''Jia Kenmin''')
::{{spiegazione|O'Reiley escogita un astuto piano per liberarsi di Kenmin, suo rivale: in palestra, quando il cinese lo provoca con la situazione di Cyril, condannato a morte per la morte di Li Chen, Ryan prova a colpirlo, scatenando una rissa al termine della quale Kenmin viene mandato in isolamento per aver picchiato con le arti marziali l'A.C che aveva provato a sedare la rissa.In infermeria, O'Reiley si ritrova faccia a faccia con l'A.C malmenato e lo manipola convincendolo a dare una lezione al cinese: così l'A.C si reca nella cella di Kenmin e quando questi lo provoca insultandolo dichiara che si tratta di un'aggressione fisica e inizia a picchiarlo con un manipolo di altri A.C, manganellandolo a morte.}}
 
*Dice d'avvero? Grazie, signor Schillinger! ('''Adam Guenzel''')
::{{spiegazione|Schillinger propone a Beecher di lasciargli Adam Guenzel, suo amico di famiglia finito dentro, e in cambio gli darà un lavoro alla posta in modo che possa vedere Keller, tenuto in custodia cautelare: Beecher inizialmente rifiuta, ma quando Guenzel lo insulta verbalmente e lo aggredisce per via della sua bisessualità decide di accettare l'accordo. Vedendo però come il suo amico soffra dopo essere stato stuprato Beecher si sente in colpa e, su suggerimento di Said, informa Suor Peter Marie della situazione: la suora inizia così a seguire il caso di Guenzel. Temendo di essere scoperto, Schillinger suggerisce a Guenzel un modo per evadere scavalcando il muro di cinta della prigione: tuttavia il capo degli ariani si "dimentica" di avvertirlo della recinzione elettrificata, e così Guenzel muore folgorato durante la fuga.}}
Utente anonimo