Differenze tra le versioni di "Jacques Maritain"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 anno fa
fix
(→‎Umanesimo integrale: posizione riguardo al pensiero moderno di Cartesio, Rosseau, Kant, Darwin, Freud, Hegel e Marx (antroponcentrismo di matrice razionalista e naturalista))
(fix)
 
==Citazioni di Jacques Maritain==
*Ammettere che il [[feto]] umano dall'istante della sua concezione riceva l'anima intellettiva, quando la materia non è ancora in nulla disposta a questo riguardo, è ai miei occhi, un'assurdità filosofica. È tanto assurdo come chiamare "bebé" un ovulo fecondato.<ref>Dal saggio ''Nota et vetera'', 1967; citato in [[Paolo Veronesi]], ''Il corpo e la Costituzione: concretezza dei "casi" e astrattezza della norma'', Volume 52 di ''Pubblicazioni della Facoltà Giuridica dell'Università di Ferrara: Serie 2'', Giuffrè Editore, 2007, [https://books.google.it/books?id=wK_bypiadLUC&pg=PA110 p. 110]. ISBN 8814135843</ref>
*Riguardo all'anima dei loro bambini, i genitori sono solo ''causa dispositiva'', poichèpoiché l'anima è creata da Dio. E creare non vuol dire e non vorrà mai dire produrre un essere nuovo attraverso una creatura che supera se stessa essenzialmente: perchèperché, o la creatura in questione ''non ha alcuna parte'' in questa produzione, e in questo caso essa e il suo superare se stessa sono solo parole; oppure ''agisce'' essa stessa (sotto l'azione di Dio) in questa produzione, e in tal caso <<creare>> non è nient'altro che una parola<ref>Maritain, Jacques, ''Vers une idée Thomiste de l’évolution'', Nova et Vetera, 42, 1967. Traduzione in italiano: ''Verso un’idea tomista dell’evoluzione'', in Maritain, Jacques, ''Approches sans entraves. Scritti di filosofia cristiana'', Città Nuova, Roma 1973, vol. I, pp. 87-134</ref><ref>citato in card. Christoph Schönborn, ''A Sua immagine e somiglianza'', Lindau, Maggio 2008, isbn 978-88-7180-754-6, pp. 67-68. Riferendosi all'edizione di ''Approches sans entraves. Scritti di filosofia cristiana'', pubblicata nel 1977</ref>
*Coloro che credono di [[ateismo|non credere in Dio]], in realtà poi credono inconsciamente in Lui, perché il Dio di cui negano l'[[Problema dell'esistenza di Dio|esistenza]] non è Dio, ma qualcos'altro. (da ''Il significato dell'ateismo contemporaneo'')
*La filosofia larvata di [[Sigmund Freud|Freud]] non è che un travestimento di un odio profondo della ''forma'' della ragione. (p. 29)<ref name=Vio>Citato in [[Piero Viotto]], ''Grandi amicizie: i Maritain e i loro contemporanei'', Città Nuova, Roma 2008.</ref>
556

contributi