Follia: differenze tra le versioni

165 byte aggiunti ,  2 anni fa
+1
(+1)
(+1)
*''Chi mette il piè su l'amorosa pania, | cerchi ritrarlo, e non v'inveschi l'ale; | ché non è in somma amor, se non insania, | a giudizio de' savi universale: | e se ben come Orlando ognun non smania, | suo furor mostra a qualch'altro segnale. | E quale è di pazzia segno più espresso | che, per altri voler, perder sé stesso? | Vari gli effetti son, ma la pazzia | è tutt'una però, che li fa uscire''. ([[Ludovico Ariosto]])
*Chi nel corso della vita non ha mai commesso pazzie è un pazzo. ([[Alessandro Morandotti|Alessandro Morandotti]])
*– Come hai capito che stavi diventando matto?<br />– Sono gli altri che lo decidono quando uno deve diventare matto. (''[[La classe operaia va in paradiso]]'')
*Come la pazzia, in un certo senso elevato, è l'inizio di ogni sapienza, così la schizofrenia è l'inizio di tutte le arti, di ogni fantasia. ([[Hermann Hesse]])
*Criminali e malati di mente devono essere umanamente ed economicamente eliminati in piccoli istituti per l'eutanasia, forniti di gas adatti. L'eugenetica è indispensabile per perpetuare la forza. Una grande razza deve propagare i suoi migliori elementi; le donne si deteriorano volontariamente attraverso alcool e tabacco. D'altro canto rifiutano d'avere figli grazie alla loro educazione, al progredire del femminismo, alla crescita d'una miope autoaffermazione. L'eugenetica può esercitare una grande influenza sul destino delle razze civilizzate; l'espandersi di pazzi e deboli di mente deve essere prevenuta perché è peggiore di qualsiasi fattore criminale. L'eugenetica chiede il sacrificio di molti singoli esseri umani. ([[Alexis Carrel]])
14 475

contributi