Palazzo Schifanoia

palazzo storico di Ferrara, sede dei musei civici di arte antica

Citazioni sul Palazzo Schifanoia di Ferrara.

  • L'opera più significativa della vita di Borso[1] è il palazzo di Schifanoja. Questa dimora del piacere – cui il Marchese Alberto[2] diè principio nel 1391 e denominò Schiva-noia per averla destinata a sollievo delle molte sue cure, parve al Duca Borso meritevole di perpetuare la fama del suo splendore. (Giuseppe Agnelli)
Palazzo Schifanoia
  • Nel palazzo di Schifanoja nacquero, abitarono e morirono molti della famiglia Estense; vi si celebrarono matrimoni; vi si fecero feste e pranzi e tripudj, con tutt'altro che può esserne conseguenza. Vi abitarono pure molti sovrani, principi e cardinali, non che moltissimi ambasciatori; come furono giuocate alcune giostre nella piazza che vi fronteggia. (Luigi Napoleone Cittadella)
  • Schifanoja in Ferrara (oh gloria d'Este!), | ove il Cossa emulò Cosimo Tura | in trionfi d'iddii su per le mura, | non vide mai tanto gioconde feste. (Gabriele D'Annunzio)

NoteModifica

  1. Borso d'Este (1413-1471), figlio illegittimo di Niccolò III d'Este e della sua favorita Stella de' Tolomei, ultimo marchese di Ferrara, e primo duca di Ferrara, Modena e Reggio.
  2. Alberto V d'Este (1347-1393), signore di Ferrara e di Modena.

Altri progettiModifica