Hawaii Five-0 (terza stagione)

lista di episodi della terza stagione

1leftarrow blue.svgVoce principale: Hawaii Five-0.

Hawaii Five-0, terza stagione.

Episodio 1, La festa della mammaModifica

  • Danny: Al telefono hai detto che portavi Shelbourne.
    Steve: Sì, lei è Shelbourne.
    Doris: Puoi chiamarmi mamma, qualcuno dovrebbe!
    Danny: Mamma? Di chi la mamma?
    Steve: È la mia!
    Doris: Doris McGarrett.
    Danny: Danny Williams. Sa, per essere morta in un auto esplosa vent'anni fa, la trovo davvero molto bene!
    Doris: Grazie, lo prendo come un complimento.
  • [Steve parla al telefono con il Governatore sulla questione di Chin]
    Doris: Mi ricordo di Chin Ho Kelly, era qualche anno avanti a Steve a scuola. È un bravo ragazzo.
    Danny: È diventato un bravo poliziotto.
    Doris: Perdere la moglie in quel modo... mi fa pensare al padre di Steve, a cosa deve aver passato.
    Danny: Sì, be', c'è di buono che Chin almeno non ha dei figli che gli chiederanno perché la mamma non torna a casa.
    Doris: ... sei sposato?
    Danny: No, non più!
    Doris: Hai figli?
    Danny: Sì, ho una figlia, si chiama Grace, è la cosa migliore uscita dal mio matrimonio.
    Doris: E pensi mai di riprovarci?
    Danny: Piuttosto un calcio in faccia con una scarpa da golf!
    Doris: Mh, quindi hai fatto voto di celibato o...
    Danny: No, non dico questo, vedo una persona, solo che... prendiamo le cose con calma.
    Doris: Sì, be', perché comprare la mucca se puoi avere il latte gratis.
    Danny: Stiamo andando sul personale, non crede?
    Doris: Non vuoi che tua figlia veda che hai una relazione stabile?
    Danny: ... con tutto il rispetto, non credo che lei possa darmi consigli su come educare mia figlia.
    Doris: Sai cosa penso, Danno? Penso che tu abbia paura di impegnarti.
    Danny: No, si sbaglia e... preferisco Danny!
    Doris: Oh, davvero? Ma mio figlio ti chiama Danno, dev'essere convinto che ti piaccia.
    Danny: È convinto di moltissime cose non vere. è un po' fuori di testa, senza offesa per il patrimonio genetico, di certo è un'eccezione!
    Steve: Quel figlio di puttana aprirà un'inchiesta sul rilascio di Delano!
    Doris: Steven!
    Steve: Scusami.
    Danny: Oh, bada a come parli, Steven!
    Doris: Guarda che vale anche per te, sapientone!
  • Kamekona: Tu sei la mamma, è?
    Doris: Aloha!
    Kamekona: Aloha.
    Doris: Tu sei Kamekona.
    Kamekona: Come fai a saperlo?
    Doris: Perché quel gambero ha la tua faccia!
    Kamekona: Io credevo che la donna che ha messo al mondo il grande guerriero McGarrett avesse le corna e sputasse fuoco!
    Doris: Ahahah, be', mi dispiace deluderti ma, prima che mio figlio diventasse un grande guerriero, era solo il piccolo Stevy, il bimbo che portava il pigiamino mimetico e diceva di chiamarsi G.I. Joe!
    Kamekona: Zietta, dimmi che hai delle fotografie!

Episodio 2, Il dubbioModifica

  • [Un criminale è ferito e chiuso in un negozio con ostaggi]
    Kono: Se è ferito gravemente potrebbe essere più sicuro per gli ostaggi aspettare che peggiori.
    Danny: Mi piace l'idea, l'approccio alla Gandhi, aspettiamo che si dissangui, situazione risolta!
    Steve: Il problema è che ci serve vivo se vogliamo cavargli i nomi dei complici.
    Danny: Mi serve un giubbotto... giubbotto antiproiettile!!
    Steve: Non sai ancora qual è il mio piano!
    Danny: Questo è vero, però ti conosco e so che qualunque sia il tuo piano, verrà messa a rischio la mia incolumità!
    Steve: Ma di che stai parlando?!
    Danny: Non sai di che parlo? Diciamo che con gli anni il nostro matrimonio è diventato prevedibile!
  • [Riferendosi ad un sospettato in fuga]
    Steve: Perché scappano sempre?
    Danny: Perché sperano che quello che li insegue finisca spiaccicato contro un palo della luce. Il che è possibile.

Episodio 3, Alla derivaModifica

  • Danny: Come va, abbocca?
    Steve: No, non abbocca. Te l'ho detto, per prendere qualcosa dobbiamo pescare a traina.
    Danny: No, no, no, a traina non è pescare, è fare giretti con la barca, come quando guidi la mia auto!
    Steve: Io credevo che la missione fosse farti pescare il tuo primo tonno.
    Danny: Perché dev'esserci sempre una missione?
    Steve: L'obiettivo era aiutarti a prendere un tonno!
    Danny: Non c'è un obiettivo e neanche una missione, stiamo solo pescando, il che significa rilassarsi e farsi due risate, forse prendiamo un pesce o forse no!
    Steve: Va bene ma questo io lo chiamo star seduti in barca senza prendere niente, perché tu lo sappia.
    Danny: D'accordo qui entra in gioco la birra... qualche risata, fingiamo di essere amici. Va bene? Tutto qui! Salute.
    Steve: Salute. E ora che si fa?
    Danny: Che si fa? Parliamo, no! Due chiacchiere così!
    Steve: Ok, inizia!
    Danny: Ehm, notizie di tua madre?
    Steve: No... è ancora sull'isola però!
    Danny: A fare che?
    Steve: Non lo so. Ho in giro dei radar.
    Danny: Uno dei radar è Catherine?
    Steve: ... può darsi!
    Danny: Ahah, ahahah, forte! La tua ragazza che controlla tua madre, niente male come idea!
    Steve: Allora primo, non è la mia ragazza e secondo non controlla mia madre, sta usando i suoi contatti nell'Intelligence per localizzare mia madre, ok? Non lo saprà nessuno.
    Danny: Oh, no, no, no, tua madre, tua madre è una spia ed è una donna, lo saprà, credimi!
    Steve: Mh, hai ragione, forse.
    Danny: E poi, un'altra cosa, che avete voi Navy Seal, non potete avere una ragazza?
    Steve: Di che stai parlando?
    Danny: Insomma Catherine come la definisci?
    Steve: ... bè, noi, insomma, lei, ecco, abbiamo una storia.
    Danny: Una storia, sì, hai una storia! Si dice avere una ragazza, a cui tra l'altro hai chiesto di spiare tua madre!
    Steve: Non spiare, localizzare Danny!
    Danny: Ok...
    Steve: Spiare e localizzare è diverso!
  • [Steve e Danny sono in mezzo all'Oceano in un gommone buco]
    Danny: Siamo su una barca, e perde la barca quindi secondo me, affondiamo Steve.
    Steve: Intanto è un gommone e non stiamo affondando, ok?
    Danny: Ah, mi correggo, siamo alla deriva su un gommone che perde lentamente!
    Steve: Non siamo alla deriva.
    Danny: Ehi non so se hai notato ma siamo in mezzo all'Oceano, ok, certo che siamo alla deriva!
    Steve: Hai finito?
    Danny: No, non ho finito, non ho neanche iniziato ancora, e poi da oggi, non aiuterò mai più gli uomini in barca, specialmente quelli con la pistola, perché l'ho fatto e guarda il risultato!
    Steve: Ok, mi dispiace per la pistola, non l'avevo vista, credevo che il tizio fosse nei guai!
    Danny: Lui era nei guai, Steve, ora non più perché adesso ha la nostra barca! [tira fuori il telefono] Mi devi un cellulare!
    Steve: Resta pure seduto a lamentarti mentre io cerco una soluzione, va bene?
    Danny: Bene. Ma fammi un piccolo favore e dimmi che abbiamo benzina, ti prego.
    Steve: Negativo! Non abbiamo benzina. [e butta il motore in acqua]
    Danny: Perché l'hai fatto?
    Steve: Era grippato!
    Danny: Potevi aggiustarlo, potevi tirar fuori delle nozioni tecniche da Navy Seal e aggiustarlo, no?
    Steve: Forse, ma non c'è benzina, ricordi Danny? E ci appesantiva. Però abbiamo una cima.
    Danny: Martha Stewart fammi un favore, dimmi che ruolo ha il Macramè nel nostro salvataggio!
    Steve: È una cima da rimorchio!
    Danny: Ah, bene, ora ci basta solo un rimorchiatore, aspetta che gli telefono! Dimmi dov'è la terra ferma!
    Steve: Da quella parte.
    Danny: Di qua.
    Steve: Ma che fai?
    Danny: Che faccio? Ginnastica. Che ti sembra che faccia, pagaio!
    Steve: Risparmia le energie, rimorchio io il canotto!
    Danny: Come fai a rimorchiarlo? Siamo a chilometri dalla costa.
    Steve: Rilassati Danny, l'ho fatto altre volte.
    Danny: L'hai fatto altre volte? Ah, capisco a te piace questa roba, ti ci diverti, te la godi, per te è una sfida giusto? Una prova di bravura, metticela tutta e fesserie simili??
    Steve: Io sono un militare!
    [...]
    Danny: Torna in barca! Dai forza!
    Steve: È un gommone!
    Danny: Un gommone eh! Persino di fronte alla morte sei una rottura.
    Steve: Dove è andato? Oh, è uno squalo tigre, cavolo.
    Danny: Uno squalo tigre?
    Steve: Sì!
    Danny: Una cosa da niente, no? L'hai visto Shark Week? Non voglio finire su Shark Week, d'accordo? Se quel coso si avvicina, dagli un pugno sul naso, è così che si fa!
    Steve: Non gli do un pugno sul naso!
    Danny: Invece devi farlo, altrimenti ti mangia le mani! Te lo dico io, io le so queste cose!
    Steve: Non mancherò di rispetto a quell'animale provocandolo.
    Danny: Senti per favore, non farmi l'indigeno adesso, ok?
    Steve: E poi mi stanno venendo i crampi, devo riposare. Per ora facciamo pausa, aspettiamo.
    Danny: Aspettiamo? Aspettiamo cosa?
    Steve: Che l'enorme squalo tigre se ne vada, Danny. Poi ci atteniamo al piano.
    Danny: Credimi sarà una lunga attesa.
    Steve: Cosa sei, un esperto di squali?
    Danny: No, sono un esperto di McGarrett l'attira guai!
    Steve: Ah, sarebbe colpa mia?
    Danny: Chi altri, sul pianeta terra, sa trasformare una bella e rilassante giornata di pesca in un naufragio con tanto di squalo?!
    Steve: Io sono un attira guai? Ti dico io cos'è, è il tuo atteggiamento negativo!
    Danny: Oh, capisco, lo squalo ha sentito il mio atteggiamento negativo.
    Steve: Gli squali sentono la paura, propri come i cani.
    Danny: Siamo su un canotto bucato, in mezzo all'Oceano certo che ho paura!
    Steve: Ehi, è acqua Danny, è solo acqua!
    Danny: Piena di squali tigre e di vortici e di altra roba che ti ammazza, non siamo tutti Navy Seal, Steve!
    Steve: Ah, sul serio Danny, ma che problema hai con l'Oceano, eh? Insomma chi è che odia l'acqua? Il 60% del corpo umano è fatto d'acqua!
    Danny: Questo spiega perché odio la gente, va bene? E tu sei in cima alla mia lista!
  • [Steve e Danny dopo aver trovato uno yacht, che è una scena del delitto, vengono arrestati dalla Guarda Costiera]
    Danny: È straordinario! Che altro pensi possa andare storto? Magari se siamo fortunati ci processeranno qui in mare e ci getteranno fuori bordo!
    Steve: Rilassati!
    Danny: Qui non c'è proprio niente da rilassarsi, ok?
    Steve: Vedila così, avrai una bella storia da raccontare a Grace un giorno.
    Danny: E questa è la morale della storia: mai andare a pesca in alto mare con un Navy Seal... no, no, no rettifico, mai andare a pesca con te!
    Steve: Dovevo usarti come esca!

Episodio 4, SventuraModifica

  • [Steve sente dei rumori in casa e si sveglia all'improvviso]
    Catherine: Che stai facendo?
    Steve: Niente. Continua a dormire [e prende la pistola e Catherine si alza] C'è qualcuno in casa.
    Catherine: No, non c'è nessuno, torna a dormire. [Anche lei sente dei rumori, si alza e prende una mazza da baseball]
    Steve: Ehi, cosa credi di fare?
    Catherine: C'è qualcuno al piano di sotto!
    Steve: Quindi tu te ne stai quassù al sicuro.
    Catherine: Non fare il cavernicolo, io vengo con te!
    Steve: No, scordatelo!
    Catherine: Allora verrai tu, con me.
    [vanno di sotto]
    Steve: Non muoverti! Mamma?
    Doris: Ciao tesoro.
    Steve: Ma che fai?
    Doris: Uova strapazzate!
    Steve: No, che ci fai qui!
    Doris: Smetti di giocare con la pistola e vieni a fare colazione. Vuoi del succo d'arancia? Ah, buongiorno Tenente Rollins, spero, spero di non avervi interrotti!
    [Steve e Catherine si guardano imbarazzati]
    Steve: Te l'ho detto che era più sicuro di sopra!
  • Danny: Cioè ha forzato la porta e si è messa a cucinare? [riferendosi alla madre di Steve]
    Steve: Sì, praticamente.
    Danny: Piuttosto strano, anche se è una McGarrett dopotutto!
  • [Danny e Kono sono andati da una cartomante, per farle qualche domanda sul caso, ma vuole che venga pagata]
    Esmeralda: Se volete che Esmeralda parli, pagate e farò le carte.
    Kono: E quanto?
    Esmeralda: 50 dollari.
    Kono: Pagala!
    Danny: Io, perché?
    Kono: Perché guadagni più di me!
  • [Steve aveva chiesto a Chin di tenere d'occhio la madre a casa sua, ma lo ritrova in ufficio]
    Steve: Chin che ci fai qui? Dovevi fare da scorta a Doris.
    Chin [a bassa voce]: Tua madre ha mangiato la foglia e anche la foresta.
    Steve [anche lui a bassa voce]: Perché parli sotto voce?
    Doris: Coco puff, davvero Steve? Ti credevo più furbo e non dare la colpa a Chin, l'ho costretto io a portarmi qui!
    Chin: È molto persuasiva!
    Steve: Lo so! Che devo fare per farti ragionare?
    Doris: Se, per ragionando, smetterai di trattarmi come un infante, allora niente, è quello che desidero.
    Steve: Mamma.
    Doris: No, Steve, sul serio, che hai pensato di fare, trascinarmi ovunque con te?
    Chin: Su questo ha ragione!
  • Steve: Aloha!
    Catherine: Ehi!
    Steve: Come stai?
    Catherine: Bene! Come vanno le cose tua madre?
    Steve: Be', sai, Doris si comporta da Doris, è testarda!
    Catherine: Sì, mi ricorda uno che conosco!
  • [Per prendere un sospettato, Steve si butta da un ponte, finendo in acqua]
    Steve [con il sospettato tra le mani]: Ehi, mi dai una mano?
    Danny: Una delle mie, no davvero! Ehi, lo porti in centrale con la tua auto, ok?

Episodio 5, L'offertaModifica

  • [Steve vuole passare la serata di Halloween da solo con Catherine, ma bussano alla porta, e loro pensano che siano bambini]
    Steve: Se ne andranno, vedrai.
    Catherine: Vorranno dei dolcetti...
    Steve: Se ne andranno! Vedrai dammi retta.
    [Continuano a bussare]
    Catherine: Daglieli o non avrai niente.
    Steve: Ok! Va bene, va bene...
    [Entra Danny]
    Danny: Mi ha mollata!
    Steve: Accomodati...
    Danny: Mia figlia mi ha mollato, eh... .è Halloween, c'è dolcetto o scherzetto, e lei mi dice Papà, ti dispiace se invece vado con i miei amici?, che avrei dovuto fare, eh? Che arei dovuto fare, dire No, ti ordino di passare Halloween con tuo padre? ... non suona così male, avrei dovuto dirlo.
    [Steve cerca di far capire a Danny che se ne deve andare]
    Steve: Ehi... vuoi un dolcetto?
    Danny: Niente dolcetti, mi dai una birra?
    Steve: Una birra?!
    Danny: Sì, che c'è di strano?
    Steve: Va bene...
    Danny: Questa è colpa mia, lo so, lo so che è colpa mia per tutte le volte che l'ho trascurata per il lavoro, ha imparato che è... è normale essere inaffidabili!
    Catherine: No, non ti devi assolutamente incolpare di questo, Grace è in un'età in cui sta, sta scoprendo cos'è l'indipendenza.
    Danny: Ha 10 anni, quale indipendenza? E allora che potrà succedere quando andrà al liceo?
    Catherine: Aspetta che esca coi ragazzi!
    Danny: Ragazzi? Non capisco, stai cercando di farmi sentire meglio?
  • Danny: Eccomi!
    Steve: Ehi!
    Danny: Dunque, ho appena parlato con Fong, ha il risultato dei capelli che ha trovato nell'auto.
    Chin: Trovato qualcosa nella banca dati?
    Danny: No, niente, perché... i capelli... non erano umani!
    Steve: Non erano umani? Come sarebbe?
    Danny: Appartenevano a una capra. Pelo di capra!
    Steve: Come?
    Danny: Direi che è piuttosto ovvio quello è successo, ehm, è stata una capra. Il caso è chiuso, fine!

Episodio 6, In un tempo passatoModifica

  • Danny: Ciao...
    Steve: Ciao!
    Danny: Come va?
    Steve: Dicono che hai comprato un vestito.
    Danny: Sì, esatto.
    Steve: Devi dirmi qualcosa?
    Danny: Come? Sì, adoro gli abiti eleganti, che fai, vuoi sfottere?
    Steve: Be', con te andare al sodo è sempre la cosa migliore, speriamo che tu abbia preso un capo con una bella scollatura, per mettere in mostra quel tuo petto da Chewbecca !
    Danny: Ah, certo divertente. Per tua informazione il vestito era per Grace, andiamo a un ballo insieme, sta sera.
    Steve: Ah, ma tu non sai ballare!
    Danny: Sì che so ballare, ma scelgo di non farlo!
    Chin: Una mossa intelligente!
    Danny: Scusami?
    Chin: Ricordi? Ti ho visto ballare al mio matrimonio...
    Kono: Sì, il passo del castoro, me lo ricordo! [tutti ridono]
    Danny: Abbiamo finito con queste battutine?

Episodio 11, Il guardianoModifica

  • Steve: Sei preoccupata per qualcosa?
    Catherine: Sbaglio o dovevamo andare in un posto speciale, prima della fine della mia licenza?
    Steve: È vero.
    Catherine: Ecco... era questo... il posto speciale che avevi in mente?
    Steve: Sì! Perché?
    Catherine: No, così, no è fantastico! È che volevo esserne sicura, solo... sì...
    Steve: È ovvio che tu avevi... in mente un altro posto.
    Catherine: Ok, se devo essere sincera, non pensavo che avremmo fatto colazione in un parcheggio in macchina.
    Steve: Credo... che ti sfugga l'aspetto più importante.
    Catherine: Davvero?
    Steve: Sì!
    Catherine: Quale??
    Steve: Voglio dire... siamo soli, giusto?
    Catherine: Sì...
    Steve: Siamo soli, dico bene? Siamo soli e mangiare in macchina fa parte di questa esperienza drive in, in stile retrò con un tocco polinesiano!
    Catherine: Mh... mi piace il tocco polinesiano, ma qualche volta mi piacerebbe anche... un tavolo, dei camerieri e persino un'ambientazione romantica... tutto qui.
    Steve: Tutto questo, non è romantico? Abbiamo dell'ottimo cibo, abbiamo anche la musica romantica... [accende la radio]
    Catherine: Per prima cosa, questa è l'hair metal e non è romantica e secondo... ci vogliono rubare l'auto!
    Criminale: Yo, chiavi e portafogli, datemeli! [puntando la pistola contro Steve]
    Steve: D'accordo, aspetta solo un attimo... un picnic non è romantico?
    Criminale: Ehi, auli sei sordo?
    Catherine: Sì! [rispondendo a Steve]
    Steve: Non ci sono camerieri nel picnic e questo è come un picnic...
    Catherine: Ok... Steve!
    Steve: Che c'è?
    Catherine: Un folle con una pistola!
    Criminale: Adesso dammi i soldi o la tua signora ti vedrà sanguinare!
    Steve: Sei sicuro di volerlo fare? [il criminale carica la pistola] D'accordo...
    [Si vede Steve che sbatte il tizio sulla porta della centrale della polizia]
    Criminale: Aiuto, aiutatemi, quest'uomo è pazzo!
    Duke: Babbo Natale ci ha spedito un cattivello?
    Steve: Il genio voleva rubarmi l'auto.
    Duke: Fratello hai scelto l'auto sbagliata!
  • [Danny passerà il primo Natale senza Grace]
    Steve: Vieni a casa mia... mia madre prepara la cena, o meglio, la spacchetta e la riscalda.
    Danny: Ti ringrazio, molto carino da parte tua, ma ho già un impegno.
    Steve: Hai già un impegno?
    Danny: Sì, ho un impegno, che cosa ho detto?
    Steve: Hai detto che hai un impegno.
    Danny: È vero, già!
    Steve: Stare sul divano con una pizza a guardare Miracolo nella 34° strada, non è un impegno!
    Danny: Ohoh, mentre il Natale dai McGarrett, è una cosa imperdibile!
    Steve: Esatto!
    Danny: Sì, sono curioso, che cosa fate? Vi regalate abbonamenti a pistole e munizioni? Riempite le calze di granate?

Episodio 12, L'isola proibitaModifica

  • [Per qualche giorno Danny avrà il nipote tra i piedi]
    Steve: Tuo nipote vieni a trovarti e tu lo porti sulla scena... di un omicidio?
    Danny: Sì, perché?
    Steve: Ok... scusa ma, non credi che si sarebbe divertito di più in spiaggia?
    Danny: Sì, ma è già fortunato a non stare in prigione, ok? Due mesi fa girava con un auto rubata... qualche telefonata e hanno ritirato le accuse. Mia sorella è preoccupata e l'ha spedito da me, sperando che lo rimetta in riga, magari spaventandolo un po'!
    Steve: Ci stai riuscendo?
    Danny: Ha appena visto il suo primo cadavere e si comporta ancora da idiota, non sarà facile per me!
  • [Steve e Danny vanno in un college per fare delle domande ad una ragazza]
    Ragazza1: Kelly i tuoi papà sono venuti a prenderti!
    Kelly: Questi non sono i miei papà!
    Steve: Scusa, ti sembro così vecchio da essere suo padre?
    Danny: È questa la parte che ti ha colpito?
  • Danny: Tutto bene?
    Eric: Sì. Penso di sapere cosa voglio fare nella vita.
    Danny: Il poliziotto?
    Eric: No! È un lavoro troppo stressante. Voglio lavorare in un laboratorio forense.
    Danny: È un'ottima carriera, Eric. Sarebbe bello.
    Eric: Serve una laurea per farlo?
    Danny: Non credo. Guardi Discovery Channel, no? Dovrebbe bastarti, sai?

Episodio 17, Il giocoModifica

  • Catherine: Ciao!
    Steve: Ciao!
    Danny: Cosa... cos'è questa storia?
    Catherine: Non posso venire a trovarlo al lavoro?
    Danny: No, puoi, puoi... parlavo della maglietta.
    Catherine: Ah, la mia famiglia si trasferiva continuatamente quando ero piccola, quindi... non sono mai rimasta abbastanza in un posto per affezionarmi a una squadra.
    Danny: Quindi i Dallas Cowboys li tifi di tua volontà?
    Catherine: Sì! Ma dai, a chi non piace la squadra dell'America?
    [Steve e Danny alzano la mano]
    Steve: A me!
    Danny: A tutti e due.
    Steve: E se non ricordo male... i miei Redskins hanno umiliato i tuoi Cowboys l'ultima volta che hanno giocato insieme.
    Danny: Che carini, una fan dei Cowboys che esce con un fan dei Redskins. Siete come i Capuleti e i Montecchi.
    Catherine: Ahahah, bravo. Ti do un 10 e lode per la citazione letteraria.
    Danny: L'hai colta? Grazie!

Episodio 18, BamboleModifica

  • Steve: Senti mamma, volevo dirti che mi dispiace...
    Doris: Quale figlio assolda un detective per controllare sua madre?
    Steve: Ok, mi sembra chiaro che non siamo una famiglia normale. Tu sei un'ex spia che vent'anni fa ha finto la propria morte. Ho dei problemi mamma, non riesco a fidarmi!

Episodio 19, Vero amicoModifica

  • Danny: Che stupidata, che stupidata. Non posso creder di essermi fatto convincere.
    Steve: Avevamo un accordo. Hai detto che se Kamekona avesse passato il suo esame, avresti volato.
    Danny: Ok, la prossima colta che dico un'idiozia del genere, tirami un pugno in faccia.
    Steve: Con piacere!
    Danny: Grazie.

Episodio 21, Dietro le quinteModifica

  • [La squadra è seguita da un programma televisivo e con loro c'è la conduttrice e il cameramen]
    Savannah: Ok, fatemi capire, questa è la macchina del detective Williams ma è il comandante McGarrett a guidare?
    Steve: Perché io guido meglio!
    Danny: È un maniaco del controllo, è questa la ragione.
    Steve: E lui ha dei problemi ad ammettere la verità!
    Danny: Ahahaha, d'accordo! Raccontale quello che fai col telecomando!
    Steve: Che faccio col telecomando?
    Danny: Quando vieni a casa mia, prendi il telecomando e devi decidere, sempre tu, quale canale guarderemo.
    Steve: Da bambino mi hanno insegnato, che è buona educazione lasciar scegliere all'ospite cosa guardare in tv, chiaro?
    Danny: Ah, perché devi passare per primo da qualsiasi porta? E perché devi avere sempre l'ultima parola? E scegliere dove mangerò tutti i giorni? Tu perché? Che direbbe il Bon Ton a questo proposito? Mh?
    Steve: Tu sei un indeciso, non posso farci niente se non ti decidi mai!
    [Continuano a bisticciare]
    Savannah: Questi due litigano, ma in realtà, si vogliono bene.
    Steve: Dove vuoi pranzare oggi?
    Danny: Andiamo dove ti pare!
    Steve: Oh mio Dio, hai visto?

Episodio 22, Bambini prigionieriModifica

  • [Steve ha un nuovo taglio di capelli]
    Danny: Hai un bel coraggio a farti vedere con quel taglio di capelli!
    Steve: Trovo difficile farmi offendere da un uomo che usa più prodotti per capelli, di molte donne.
    Danny: Sinéad O'Connor rivuole indietro la sua pettinatura!
    Steve: Divertente!
    Catherine: Se fosse una pettinatura, sarebbe scusato. Io credo che a Steve sia scappata la mano mentre si regolava le basette!
    Steve: Anche tu ora?

Episodio 24, Addio e abbi cura di teModifica

  • Luois Braga [uomo della CIA]: Ha senso, il rapimento è una tattica usata come misura di sicurezza dall'MLN. Se un membro viene catturato una squadra di sicari viene inviata di occuparsi della famiglia.
    Steve: Quindi, tengono in ostaggio il figlio di Salgado per essere certi che lui non dica nulla sull'attacco.
    Louis Braga: La priorità è avere informazioni, tenete Salgado in arresto, la mia squadra arriverà lì a momenti per interrogarlo.
    Danny: Ok, ma non vi dirà niente se sa che suo figlio rischia di morire!
    Luois Braga: I miei uomini sanno essere persuasivi.
    Steve: Con il dovuto rispetto, sono d'accordo con il detective Williams. Il modo migliore per far parlare Salgado alla svelta è convincerlo che possiamo salvare suo figlio.
    Louis Braga: Comandante non so cosa le passi per la testa, ma non succederà mai, non voglio correre rischi finché ci sono in ballo migliaia di vite. Posso sacrificare quella di un ragazzino.
    Steve: Come dice?
    Louis Braga: Credo di essere stato chiaro...
    Danny: Peccato che il collegamento non sia buono!
    Steve: Hai appena attaccato alla CIA!
    Danny: No, no... ho appena, ho appena attaccato a uno stronzo!

Altri progettiModifica